Segnamoci sul calendario questa data: 22 Ottobre 2015-  Facebook è entrato ufficialmente nel campo dei motori di ricerca. La guerra a Google è ormai su tutti i fronti.

Se cerchi come fare SEO su Facebook: https://tantra.marketing/facebook-seo/

Facebook rilascia la sua versione del motore di ricerca.

Nemmeno un anno fa Facebook ha cambiato il modo in cui si poteva utilizzare la barra di ricerca, facendo apparire nei risultati tutto quello di cui i tuoi amici discutevano e che avrebbe potuto (Edge rank permettendo) apparire sulla tua bacheca.

Adesso Facebook fa un passo avanti facendo apparire tutti i contenuti scritti sul Social da chiunque… e  quanti contenuti indicizza FB? più di 2 trilioni di articoli.

(piccola nota, giusto per contestualizzare: quanto è grosso un Trilione ?

  • 1,000 = un migliaio
  • 1,000,000 = un milione
  • 1,000,000,000 = un billione / migliardo
  • 1,000,000,000,000 = un trillione = un milione di milioni

Minchia, aggiungo io 🙂

Perchè solo adesso si può parlare di SEO su Facebook

La direzione che FB ha preso è ormai chiara da alcuni anni: a tutti gli effetti Fb è un internet dentro internet e mese dopo mese gli utenti non avranno nemmeno bisogno di uscire dalle pagine del social network per fare qualsiasi cosa. E se non escono i clienti, non escono nemmeno le aziende coi loro budget belli grassi da investire in Social Network Marketing.

Questa mossa è un calcio in faccia a google, che non solo si è trovato ad avere un competitor violentissimo per quanto riguarda i video, ma che adesso troverà lo stesso competitor altrettanto violento per quanto riguarda le news in tempo reale (come solo Twitter poteva fare) e a breve di sicuro anche di contenuto organico… scommetto su un revamp delle Note.

Facebook oltre ad avere un numero spropositato di contenuti indicizzati ha anche un database di profilazione dei singoli utenti davvero preciso. Singoli utenti che, già adesso fanno 1.5 miliardi di ricerce al giorno.

Cosa succederà nell’immediato futuro

E se Google plus non è più degnato d’amore dai suoi stessi, suicidi creatori,  FB ha fatto sue alcune feature proprio del social network di google e, tra le altre cose,  nella ricerca organica, nel nascente facebook SEO, i post degli amici avranno un peso maggiore.

Come la ricerca su Facebook è cambiata

(c) Facebook –

“Poichè abbiamo indicizzato le conversazioni di tutto il mondo, sappiamo cosa va di moda, le ultimissime novità, quello che sta succedendo in questo istante, l’idea è di raggruppare in un certo questi pezzi sparsi e rendere facile l’avere un’idea di tutta la storia.” dice un rappresentate di Facebook. E la cosa ha un suo senso… nel totale romore di contenuti, un algoritmo intelligente che rende il tutto più digeribile è la cosa che serve… e il bisogno è di sicuro sentito dato che Twitter ha creato nemmeno un mese fa “Moments” che ha proprio quella funzione.

Il marketing di FB ha postato un video su Vimeo in cui mostravano come veniva organizzato il contenuto della ricerca: fonti d’autorità (riviste e giornali) seguita da post commentati.

L’upgrade di algoritmo, ancora senza nome, ha cambiato anche approccio al modo in cui appaiono i contenuti sulla bacheca.. oltre alla “Rilevanza” dell’autore (uno dei tre segnali classica dell’edge rank di Facebook) c’è bisogno anche di una “rilevanza” dell’argomento.

Per la privacy chiederete? rispondo io con un semplice: dal momento che hai incominciato a lavorare per facebook (perchè lavoro gratis è quello che stai facendo) la tua privacy ha smesso di esistere. Con i giusti setting puoi comunque nascondere le tue info, e Facebook si sta azionando a ricordare la cosa ai suoi utenti.

quello che è vero è una cosa: google che pochi anni fa sembrava inarrivabile ha appena subito un colpo al fegato davvero forte… non è un colpo da Ko, ma di sicuro l’ha sentito.

 

Leave a Comment